Mission

Tracce Urbane è un network di ricercatori con differenti background disciplinari e provenienti da molteplici contesti accademici, che si propone di far dialogare tra loro e contaminare i differenti percorsi.  A partire dal 2010, attraverso seminari di studio, ricerche collettive, pubblicazioni e attività formative, il gruppo di Tracce Urbane si propone di costruire momenti di confronto e di reale scambio, in un clima dialogico di apertura e di informalità, creando connessioni e confronti costanti con il mondo extra-accademico interessato dai processi di trasformazione delle città. Questa è un’esigenza che, perché possa essere soddisfatta, ci richiede di assumere il rischio di andare oltre i confini delle nostre discipline e delle nostre specifiche esperienze senza abolirle, ma anzi, valorizzandone attraverso lo scambio, i rispettivi sguardi e gli specifici contributi. Tracce Urbane intende contribuire in maniera esplicita alla ricerca di un linguaggio comune che ci aiuti a comunicare/confrontare/interrogare e, perché no, contaminare categorie, pratiche, e rappresentazioni che, troppo spesso, vengono fatte proprie con scarsa riflessività quando vengono lette, interpretate, assunte in orizzonti disciplinari e esperienziali diversi. L’esperienza di Tracce Urbane nasce in particolare dall’esigenza di un dialogo, di uno sguardo incrociato, tra urbanisti e scienziati sociali che parta dalla constatazione che gli attori sociali attivamente implicati nella gestione della città e del territorio non sono due ma tre: accanto alle istituzioni politico-amministrative e ai tecnici dalle varie competenze disciplinari, ci sono gli abitanti della città.